Ente Turistico Regionale del Moesano

Riserva forestale

Riserva forestale val Cama, val Leggia e Val Grono

La Riserva forestale, una delle più vaste della Svizzera, si estende su due vallate ed è possibile visitarla unicamente a piedi. A "tec" inizia il sentiero per la val Leggia, ripida e selvaggia, ma anche molto romantica. Per la val Cama si parte da Ogreda. Dopo un'impegnativa salita, ci troviamo in una stupenda valle bucolica dove si trova il noto Lagh de Cama a quota 1200 metri.

L'opuscolo, che potete richiedere all'ufficio turistico o a quello forestale, vi accompagna lungo un tragitto che vi porterà dalla val Leggia fino alla bocchetta di Vazzola e attraverso la suggestiva val Cama, facendo tappa nei luoghi più caratteristici.

Riserva forestale

Insieme per un bosco più naturale

La Riserva forestale val Cama e val Leggia è stata creata il 1° gennaio 2008 grazie all'impegno del Cantone dei Grigioni, di Pro Natura, dei comuni di Leggia, Cama e Verdabbio e con il sostegno della Fondazione Hauser.

Nella riserva, costituita dalla Riserva forestale naturale di 1200 ha e dalla Riserva forestale orientata di 378 ha, ci si impegna a rinunciare a qualsiasi utilizzo forestale per 50 anni.

Solo nella Riserva orientata la biodiversità viene promossa con interventi mirati.

Permettere un'evoluzione naturale del bosco e acquisire conoscenze scientifiche e selvicolturali sono i due scopi principali della Riserva.

La raccolta di bacche e funghi e l'esercizio della caccia sono consentiti secondo le leggi vigenti.

Sentiero tematico

La Riserva forestale val Cama e val Leggia annovera un percorso didattico unico nel suo genere, tutto da scoprire e visitare con curiosità.

I temi

1. Ogni bosco ha il suo posto
2. Legno morto pieno di vita
3. I pascoli: un importante tassello del mosaico
4. Il bosco che si muove
5. Nessun pioniere senza stravolgimenti
6. Tracce dello sfruttamento forestale
7. Quando l'uomo ci mette lo zampino

La differenza di vegetazione tra Leggia e il Pizzo Paglia corrisponde quasi a un viaggio dal Mediterraneo fino al circolo polare; un paragone che rende bene l'eccezionale diversità insita nella Riserva, tutta da scoprire.

Questo sito web utilizza cookies per migliorare la vostra esperienza d'uso. Dettagli